Criteri per contratti di sponsorizzazione

La Scuola può stipulare contratti di sponsorizzazione con soggetti pubblici e privati ai sensi dell'art. 41 del DMPI n° 44 del 01/02/01 e dell'art. 43 della legge 23/12/97 n° 449 nel rispetto dei seguenti criteri:

1°- Gli sponsor sono soggetti pubblici o privati.

2°- Le attività da sponsorizzare sono inserite nel PTOF.

3°- I soggetti e le ditte private non perseguono finalità contrastanti con le finalità della scuola individuate nel POF di crescita culturale, sociale, civile degli alunni. In particolare la scuola non riceve sponsorizzazioni che promuovono prodotti nocivi alla salute (es. fumo, alcolici ).

4°- E' accordata la preferenza a soggetti che per finalità statutarie ed attività svolte abbiano dimostrato sensibilità ed attenzione nei confronti degli adolescenti.

5°- Le forme ed i linguaggi della sponsorizzazione (striscioni, manifesti, volantini, scritte varie su indumenti o accessori) sono contrarie alla decenza ed al buon gusto, sono riduttive dell'immagine della scuola.

6°- Non viene meno la neutralità dell'istituzione scolastica né sussistono conflitti di interesse.

Il Dirigente Scolastico, ai sensi e con i limiti dell'art. 34 del DMPI n° 44, stipula i contratti di sponsorizzazione direttamente con i soggetti interessati. Per i contratti il cui valore supera i 2000 EURO la stipula del contratto deve essere deliberata dal Consiglio di Istituto.